sc9_bufacchi_base732px

In bocca al lupo che crepa!

16,00

In bocca al lupo che crepa!
Marcello Bufacchi

Categories: , .
  1. Vittorio Mantovani da Viterbo si è trasferito a Roma dove è assunto nella Polizia di Stato. Per una serie di fortunate coincidenze il giovane scopre il mondo del cinema negli anni di massimo fulgore. Arguto e sensibile, conosce Alfredo Giannetti e Pietro Germi alla vigilia della lavorazione del loro film Un maledetto imbroglio.

A Roma fervono i preparativi per accogliere i giochi Olimpici del ’60. Sono anni frenetici che cambieranno il volto, oltre a quello del nostro protagonista, delle persone e della società tutta.

Piccoli personaggi, come i caratteristi dei film di quegli anni, animano sin dalle prime pagine il racconto, ma sono soprattutto le figure femminili che aiuteranno a mettere a fuoco la sensibilità di Vittorio.

Nel passaggio da Viterbo (allora paesino di provincia) alla Roma “che se uno ci   pensa è la capitale d’Italia” (parole del personaggio) Vittorio extra comunitario ante-litteram rende credibile con il suo poetico stupore la fusione tra i fatti e molti personaggi famosi realmente esistiti con quelli creati totalmente dalla fantasia dell’autore.